La cultura dell'impresa e dell'innovazione a scuola

Da anni si parla di diffusione della cultura economica e d’impresa nella Scuola Secondaria Superiore. Il D.P.R. 275/1999 (decreto sull'autonomia) ne ha recepito l’importanza ed ha previsto in capo alle singole istituzioni scolastiche l’implementazione di azioni rivolte al tessuto produttivo, finalizzate alla formazione di figure professionali in armonia con il contesto e interagenti con le realtà del territorio.

Il progetto “La Buona Scuola” sviluppato dal Governo in carica, dedica un'ampia sezione alla necessità di creare stabili relazioni tra il mondo delle imprese e quello della scuola. Numerosi sono i progetti, realizzati negli anni e quelli in corso, rivolti agli alunni delle scuole primarie e secondarie italiane, con il coinvolgimento di associazioni di imprenditori, CCIAA, U.S.R., associazioni non profit e via dicendo, allo scopo di promuovere e diffondere all'interno della scuola iniziative volte alla valorizzazione e al rafforzamento della cultura economica, all'interazione fra il mondo della scuola con quello delle imprese e del lavoro, alla realizzazione di varie forme di alternanza scuola-impresa. Obiettivo comune è quello di arricchire il percorso curriculare e di creare una comunicazione con le competenze e le esperienze che stanno fuori dalla scuola, illustrando i valori e le capacità che è importante possedere per entrare ed avere successo nel mondo del lavoro che negli ultimi anni è notevolmente cambiato. Le aziende sempre di più richiedono personale “flessibile”, adattabile cioè alle esigenze produttive. Questa è la realtà con cui si scontra un giovane alla ricerca di lavoro e con la quale deve fare i conti. Non è più realistico pensare al “posto fisso”, quello che ti accompagna fino alla pensione, e ti garantisce reddito fisso e sicurezza, ma bisogna abituarsi all’idea di cambiare spesso lavoro, accettando contratti temporanei e flessibili, di essere preparati a recepire le nuove tecnologie ed i nuovi modi di interagire con il mercato. In tale contesto si presenta con forza crescente, quale valida alternativa al lavoro dipendente, la possibilità di organizzare autonomamente il proprio lavoro professionale e/o imprenditoriale nei settori a contenuto tecnologico in cui le prospettive di successo sono più elevate e più allettanti. L’I.I.S. “Alessandrini-Marino-Forti” di Teramo, Scuola 2.0 (http://lnx.iisteramo.it), con il sostegno della Fondazione Tercas, durante l’anno scolastico 2013/2014, ha organizzato il corso “Avvio e gestione dell’impresa nel settore tecnologico” per far acquisire agli allievi dell’Istituto maggiore consapevolezza sulle possibilità di avviare e gestire in proprio un’impresa operante nei settore tecnologici dell’informatica, dell’elettronica, della meccanica, dell’elettrotecnica e delle costruzioni, settori vicini ai percorsi formativi curriculari degli allievi. I relatori, docenti interni e professionisti esterni, hanno trattato aspetti tecnici, amministrativi e finanziari relativi all’avvio ed alla conduzione ottimale dell’impresa nel settore tecnologico, anche attraverso il ricorso a strumenti di ricerca operativa, di metodi quantitativi applicati all’economia aziendale, di break-point analisys e di business plan. Particolare attenzione è stata dedicata alla piccola e media impresa, all’impresa familiare ed all’impresa artigianale, principali attori economici nel sistema imprenditoriale territoriale. Al corso ha preso parte anche la CCIAA di Teramo con il suo Segretario generale dr. Giampiero Sardi ed un funzionario del Registro delle Imprese. Il presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Teramo dr. Giammaria De Paulis ha intrattenuto gli studenti durante l’ultimo incontro con una interessante relazione in cui ha ripercorso le principali tappe della sua brillante esperienza professionale ed imprenditoriale nel settore informatico. Come da programma, nell’incontro conclusivo è stato presentato il lavoro ipertestuale “Dalla Scuola all’Impresa” realizzato dagli studenti, con uso di html e css, pubblicato sul sito della scuola (http://win.iisteramo.gov.it/NEWS/Avvio_impresa/Sito_avvio_impresa/index.htm) e sono stati consegnati gli attestati di partecipazione. Ben 58 allievi delle classi quinte sono rimasti a scuola di pomeriggio per seguire il corso ed hanno manifestato interesse al di sopra delle aspettative. Ciò ha indotto l’Istituto a riproporne l’attuazione anche per l’anno corrente. Il corso si sta svolgendo in questo giorni e coinvolge 30 allievi delle classi quinte dei vari indirizzi. Per il corrente anno scolastico L’I.I.S. “Alessandrini-Marino-Forti” di Teramo, Scuola 2.0 (http://lnx.iisteramo.it) ha aderito a ”Impresa in Azione”, il programma di formazione imprenditoriale rivolto agli istituti della Scuola secondaria superiore, promosso a livello nazionale dall’associazione no profit, Junior Achievement Italia. “Impresa in azione” (www.impresainazione.it) è il programma di educazione imprenditoriale offerto gratuitamente alle scuole superiori che consente di sperimentare in maniera reale il funzionamento di un’impresa e di acquisire e potenziare le competenze imprenditoriali- quali creatività, determinazione, leadership, teamworking, gestione di progetti… - attraverso una formula unica di apprendimento pratico. Il programma infatti è basato sulla metodologia della mini-impresa di studenti a scopo formativo. In particolare, nel corso di un anno scolastico gli studenti percorreranno tutte le tappe principali: idea di business, indagini di mercato, business plan, avvio dell’impresa e della produzione, promozione e vendita del prodotto. Per raggiungere gli obiettivi e coinvolgere Istituzioni ed imprese, Junior Achievement Italia ha predisposto il “Manifesto dell'educazione imprenditoriale” (http://www.jabizfactory.org/wp-content/uploads/2014/06/infografica-V4.pdf) con le dieci regole da seguire nella formazione e diffusione della cultura imprenditoriale nella scuola. La prima regola codificata è “# L'imprenditorialità s'impara solo facendo”. E’ prevista la competizione con altre scuole italiane ed europee. Il programma è sostenuto dal MIUR e dal Ministero dello Sviluppo Economico della Commissione Europea. Al termine dell’anno scolastico, inoltre, gli studenti interessati potranno partecipare al test europeo di certificazione delle competenze imprenditoriali ESP – Entrepreneurial Skill Pass

Una nuova edizione del corso nell'anno scolastico  2014-2015..

Il successo incontrato nell'anno scolastico 2013-2014  ha indotto l'Istituto a riproporne l'attuazione anche per l'anno corrente. Il corso ha coinvolto 30 allievi delle classi quinte dei vari indirizzi. La maggior parte delle lezioni è stata tenuta da un funzionario della Camera di Commercio di Teramo e da un professionista esterno.
In data 18/11/2014 si è svolto l'incontro conclusivo. I ragazzi hanno incontrato un esponente dell'imprenditoria locale, l'ing. Barlafante della GLM Srl di Castelnuovo Vomano (www.glmmeccanica.it), azienda produttrice di componenti meccanici che dalla sua fondazione, nel 1998, si è evoluta con costanza ed ha esteso le sue forze da piccola azienda italiana a leader sul mercato internazionale. Il relatore ha sottolineato, tra l'altro, l'importanza del possesso di una solida formazione culturale di base e tecnica, dell'uso delle tecnologie digitali, della ricerca e della passione nell'avvio e nella gestione dell'impresa. All'incontro ha preso parte il Dirigente Scolastico, Prof.ssa Stefania Nardini. A conclusione del corso sono stati consegnati gli attestati di partecipazione agli allievi.