ActiveCampaign

Cos’è ActiveCampaign? Presentazione dello strumento di email marketing

Disponibile sul mercato Italiano dal 2020, ActiveCampaign è una suite integrata di marketing e gestione delle relazioni con i clienti (CRM) con un focus sull’email marketing. Rivolto alle piccole e medie imprese, il software è progettato per aiutare le aziende a creare le loro liste di contatti, progettare campagne di marketing e implementare scenari di automazione del marketing. La soluzione offre anche un sistema di reporting completo per monitorare le prestazioni delle vostre campagne e scenari. In questo articolo, troverete il test completo e la nostra opinione finale sul software ActiveCampaign.

ActiveCampaign in poche parole

Questo strumento di email marketing e automazione con sede a Chicago aiuta i suoi 90.000 clienti a inviare meno email e ottenere risultati migliori. Con molte caratteristiche e integrazioni, così come un supporto veloce e amichevole, è un potente strumento di marketing globale. Una delle loro caratteristiche più importanti è l’automazione. Non solo supporta le risposte automatiche, basate su una miriade di condizioni, ma permette anche l’automazione dei contatti e la gestione delle liste, così come le automazioni all’interno del suo sistema CRM (noto come “Deals”). Anche questo sistema “Deals” è degno di nota e permette di aggiungere note ai contatti, impostare appuntamenti o semplicemente inviare loro messaggi direttamente. Oltre a questo, hanno una funzione di messaggi per i clienti. Usandolo, puoi inviare messaggi mirati direttamente ai visitatori del tuo sito web, ottimizzando l’esperienza complessiva del cliente. ActiveCampaign ti aiuta a creare connessioni significative con i tuoi clienti. È più di un semplice software di gestione delle campagne e-mail. ActiveCampaign non è solo un software di automazione del marketing ma anche un CRM delle vendite. È vicino a una piattaforma all-in-one come può essere SendinBlue. Diamo un’occhiata più da vicino alle offerte e ai prezzi di ActiveCampaign e alle diverse caratteristiche, e non dimentichiamo la nostra opinione finale:

Offerte e prezzi di ActiveCampaign

Diamo un’occhiata ai diversi piani tariffari che ActiveCampaign offre. Si prega di notare che il prezzo di tutti questi piani è basato su una fatturazione annuale e su una base di 500 contatti.

Offerte ActiveCampaign

  • Il pacchetto Lite, a 9$ al mese, ti permette di inviare un numero illimitato di email (email marketing, newsletter) ma anche di creare moduli di registrazione, accesso all’automazione del marketing e supporto via chat ed email. Fino a 3 utenti.
  • Il pacchetto Plus, a 49 dollari al mese, ti dà accesso aggiuntivo a lead & contact scoring, integrazioni, personalizzazione del pubblico di Facebook e SMS marketing. Fino a 25 utenti.
  • Il pacchetto Professional, a 129 dollari al mese, ti dà un accesso aggiuntivo all’invio e al contenuto predittivo, al reporting completo, ai test di automazione e a 3 sessioni di formazione al mese. Fino a 50 utenti.
  • Il pacchetto Enterprise, a 229 dollari al mese, ti dà accesso a rapporti personalizzati, un rappresentante dell’account dedicato, progettazione di e-mail e supporto telefonico completo. Numero illimitato di utenti.

Come notato, queste tariffe sono basate su 500 contatti. Per 10.000 contatti, per esempio, le tariffe sono rispettivamente di $111, $199, $279 e $399. A nostro parere, ActiveCampaign non è così costoso per il numero di funzioni che offre.

Gestione dei contatti e segmentazione su ActiveCampaign

La gestione dei contatti è un elemento chiave in tutti gli strumenti di email marketing. Per cominciare, ActiveCampaign ti offre la possibilità di importare i tuoi contatti in diversi modi:

import-contact-activecampaign

Attraverso un file .CSV, copia e incolla o collegandosi a servizi di terze parti collegati al tuo CRM (Zoho, OnePage, SalesForce ecc.). Quando importate i vostri contatti, potete mapparli con opzioni come cognome, nome, telefono, data di iscrizione o indirizzo IP. Puoi anche aggiungere dei tag a ciascuno dei tuoi contatti.

campaigns-activecampaign

Su ogni scheda dei tuoi contatti, puoi aggiungere note, affari o compiti da fare. Puoi anche gestire e segmentare i tuoi contatti in base al punteggio o ai tag che hai assegnato loro.

Leggi di più   Mailerlite in Italiano: La nostra opinione e che cos'è mailerlite?

Creare una campagna email su ActiveCampaign

campaigns activecampaign

Per creare una campagna email su ActiveCampaign, clicca semplicemente su “Crea una campagna” sulla tua dashboard. Avrete quindi la scelta tra una campagna standard, una campagna automatica, una campagna con risponditore automatico, un test A/B (che vedremo più avanti in questo articolo) o una campagna basata sulla data. In questo esempio, creeremo una campagna standard. Dopo aver scelto il tipo di campagna, dovrai selezionare la lista di contatti a cui desideri inviare la campagna. Una volta fatte queste configurazioni di base, si arriva a una parte molto interessante, i modelli.

Ce ne sono poco più di 25. Si prega di notare che non sei obbligato a scegliere un modello pre-progettato da ActiveCampaign. Puoi creare il tuo modello da zero. Su ogni modello puoi cliccare su “Anteprima” per vedere esattamente come appare prima di selezionarlo. Ora siamo nell’editor di template che assomiglia a questo

email-activecampaign

Come potete vedere, l’editor di template di ActiveCampaign è molto ben fatto, intuitivo e completo. Cliccando su ogni parte del corpo dell’email puoi cambiare il contenuto. Puoi anche aggiungere tutti i blocchi che vuoi (pulsante, video, spazio, ecc.) con il semplice strumento di trascinamento. Non c’è nessuna difficoltà nel creare l’e-mail stessa. Una volta completato il lavoro di progettazione, è il momento di passare alla fase di configurazione.

La prima parte è abbastanza classica con l’indirizzo e-mail del mittente, la lista dei contatti che riceveranno la campagna o semplicemente l’oggetto dell’e-mail.

La seconda parte permette di selezionare le opzioni da seguire come il monitoraggio dei link o l’uso di Google Analytics per risultati ancora più completi e precisi. Potrai anche impostare un giorno e un’ora per l’invio, inviare un’email di prova e confermare che la tua email non è spam. Una volta completata la configurazione, puoi inviare la tua campagna.

Automazione del marketing su ActiveCampaign: panoramica e recensione

Sulla tua dashboard, clicca su “Crea un’automazione” per iniziare a impostare il tuo scenario. La prima cosa che dovrai fare è selezionare il tipo di scenario che vuoi impostare, come l’interesse per uno dei tuoi prodotti o un carrello abbandonato.

automation-activecampaign

Puoi anche scegliere tra le categorie sulla sinistra per risparmiare tempo. Avete anche la possibilità di importare il vostro scenario. Per questo esempio abbiamo scelto uno scenario vuoto. Dovrai poi selezionare un trigger come l’iscrizione a una lista o la visita di una pagina specifica sul tuo sito web:

scenario-activecampaign

Dovrete poi selezionare una lista di contatti e la frequenza di attivazione (una o più volte). Ora che avete selezionato il trigger, dovete scegliere l’azione da intraprendere. Invia un’e-mail, un SMS, un messaggio mentre stanno visitando il tuo sito o una notifica.

Il tuo scenario viene poi impostato in base a ciò che hai scelto. Sul lato destro, puoi aggiungere o rimuovere tutte le condizioni che vuoi con lo strumento di trascinamento. L’automazione del marketing così semplice, a detta di tutti, ActiveCampaign ha colpito nel segno.

Altre caratteristiche

Dopo aver dettagliato le caratteristiche principali di ActiveCampaign, ecco alcune altre caratteristiche altrettanto potenti presenti su questo strumento:

Test A/B

Prima di iniziare, vorrei dire che questa è una delle caratteristiche più potenti di ActiveCampaign. Ci sono due modi per eseguire il test A/B in ActiveCampaign. Il primo è un approccio più tradizionale, in quanto si seleziona l’opzione come parte della configurazione di una nuova campagna e-mail.

Man mano che progredisci nel processo di configurazione, ti verrà chiesto che tipo di test A/B desideri eseguire.

splitest-activecampaign

La prima opzione è il classico test A/B testando due versioni diverse dei soggetti delle email. Se scegliete la seconda opzione, come mostrato sopra, riceverete due diversi modelli di email con cui lavorare. Questo ti permette di testare tutte le variabili che vuoi, e ActiveCampaign dividerà la tua lista per testare quale funziona meglio. È possibile determinare la versione “vincente” durante o dopo la campagna.

Come puoi vedere, ActiveCampaign ti dà un sacco di controllo su come il test dovrebbe andare, incluso come viene determinato il vincitore e il rapporto esatto da usare. Se usata correttamente, questa caratteristica da sola può valere centinaia, se non migliaia, di entrate extra per il tuo business. C’è anche un altro modo per approfittare dello split test con ActiveCampaign. Invece di testare le email l’una contro l’altra, puoi dividere un intero flusso di lavoro di automazione. Tutto quello che dovete fare è aggiungere una singola azione all’inizio della vostra automazione, chiamata “Separate”.

Leggi di più   GetResponse: Test, valutazione, prezzi e alternative per questa piattaforma di email marketing

separated-activecampaign

Puoi quindi determinare come vuoi dividere i tuoi contatti e se vuoi determinare un “vincitore”. La parte migliore di tutto questo? È possibile determinare un vincitore in base a decine di criteri diversi. Se riesci a sfruttare il pieno potenziale di questa funzione di A/B Testing, sei sicuro di risparmiare centinaia di dollari sulla tua prossima campagna email.

Creazione del modulo con ActiveCampaign

Come la maggior parte degli strumenti di email marketing, ActiveCampaign ha il suo costruttore di moduli. Il problema, però, è che puoi creare un modulo “online” solo se ti abboni a uno dei piani più costosi.

ActiveCampaign-Inline-Form-Bulding

Il costruttore di moduli è abbastanza semplice da usare. Tuttavia, in termini di flessibilità e design, è piuttosto basilare. Per esempio, cliccando su un campo si ottiene solo una manciata di opzioni, nessuna delle quali può cambiare il design effettivo del campo stesso. ActiveCampaign compensa un po’ di questo con l’inclusione di un editor CSS, anche se naturalmente è necessaria una conoscenza di base dei CSS per usarlo. Il pulsante “Inspector” ti permette di selezionare qualsiasi elemento del tuo modulo, quindi non devi preoccuparti di trovare i giusti selettori CSS. Una cosa che non è così cool, tuttavia, è il marchio in fondo al modulo “Marketing by ActiveCampaign”. Non solo sei limitato ai moduli in linea sul piano Lite, ma non puoi rimuovere questo messaggio di branding. Infine, parliamo dell’implementazione effettiva del modulo, e questo strumento vi dà diverse opzioni.

  • Embed: Copia e incolla il codice nella tua pagina
  • Link: ottieni un link diretto al modulo, ospitato da ActiveCampaign
  • WordPress: installa un plugin per visualizzare facilmente il modulo sul tuo sito WordPress\

Un ottimo numero di opzioni che è la vera forza del costruttore di moduli.
Vendite CRM

Se siete abituati a usare un software di emailing, sarete probabilmente sorpresi di vedere che un CRM è anche disponibile con

ActiveCampaign. L’assistenza clienti, le vendite, il canvassing ecc. sono tutti inclusi in ActiveCampaign CRM.

crm-activecampaign
crm-activecampaign

Anche se non è la funzionalità principale di questo strumento, può eseguire compiti estremamente utili per le aziende:

Gestione e punteggio dei lead
Comunicazione con i tuoi lead
Programmazione di eventi

Inoltre, il bello di ActiveCampaign è che offre un’applicazione mobile per il suo CRM. Sì, avete letto bene, un’applicazione mobile, mentre alcuni software CRM puri non ne offrono nemmeno una. Anche se le opinioni possono essere diverse, il CRM di ActiveCampaign è ancora estremamente utile.

SMS Marketing

smsmarketing
smsmarketing

Come avrete già capito, ActiveCampaign non è un classico strumento di emailing. Ti permette anche di gestire le tue campagne di SMS Marketing. Se vuoi raggiungere le persone anche in movimento, l’opzione SMS Marketing è l’ideale per te. Automatizza il tuo invio, gestisci le cancellazioni e raccogli i numeri di telefono, un servizio completo di SMS Marketing che completerà tutta la tua strategia di marketing.

Le integrazioni

applicazioni-campagna attiva
applicazioni-campagna attiva

ActiveCampaign è una soluzione ben consolidata sul mercato, e con questo viene naturalmente una robusta libreria di integrazioni. Ci sono oltre 150 integrazioni disponibili, comprese quelle più comuni come WordPress, Stripe e Shopify. Cliccando su una di queste applicazioni, potete vedere come funziona l’integrazione. Questo è un vero highlight! Ecco un esempio con Facebook:

facebook-activecampaign
facebook-activecampaign

ActiveCampaign è uno degli strumenti di e-mail marketing di maggior successo quando si tratta di supportare applicazioni di terze parti. Nessun problema particolare all’orizzonte.

La nostra opinione sui cruscotti e i rapporti di ActiveCampaign

Il monitoraggio delle tue campagne funziona in modo simile alla maggior parte degli strumenti di email marketing, nel senso che configuri queste opzioni appena prima dell’invio. Questo è quello che sembra:

Leggi di più   SendinBlue Automation Test completo - La nostra opinione

resume-email-activecampaign

ActiveCampaign offre diverse opzioni aggiuntive al solito monitoraggio delle aperture e dei link. Questi includono “Reply tracking”, che ti permette di eseguire automazioni basate sulle risposte, e “Google Analytics”, che ti permette di ottenere informazioni più approfondite sulle tue campagne. Un’altra cosa da considerare è il “Site tracking”, che vi permette di fare delle cose molto creative con la vostra automazione del marketing. Tutto questo è abbastanza semplice, ma che dire del lato dei rapporti? Ti farà piacere sapere che ActiveCampaign si concentra sulle statistiche di ogni singola campagna.

ActiveCampaign-Campaign-Report
ActiveCampaign-Campaign-Report

Cliccando su uno qualsiasi di questi rapporti, avrete un’analisi molto più approfondita di come è andata. Per esempio, ecco il rapporto “Open / Reads”:

ActiveCampaign-OpenReads-Report-Example

Ciò che è particolarmente interessante di questi rapporti è che puoi esplorare le azioni di tutti i contatti che desideri. Puoi anche lanciare una nuova campagna basata su questi contatti, come ad esempio reinviare la campagna a coloro che non l’hanno aperta. I difetti? Non è l’interfaccia più intuitiva, ma questo è un difetto generale di ActiveCampaign.

Opinione generale su ActiveCampaign

Funzioni avanzate di automazione
Strumenti di A/B testing molto accurati
Ottima capacità di consegna
Efficiente generatore di modelli di email
Molte integrazioni
Eccellenti funzionalità di monitoraggio e reporting
Supporto reattivo (compresa la chat dal vivo)
Prezzo ragionevole per le sue capacità

L’interfaccia può essere molto lenta durante la navigazione
La gestione dei contatti può essere un po’ intimidatoria per i nuovi utenti
Il costruttore di moduli è molto limitato se ti abboni a un piano entry-level
Pochi modelli di email pre-progettati

A nostro parere, consigliamo ActiveCampaign se :

Fai sul serio con l’automazione del marketing: ActiveCampaign è una soluzione di automazione del marketing molto potente, che ti permette di impostare praticamente qualsiasi automazione a cui puoi pensare – campagne attivate, monitoraggio delle vendite, segmentazione automatica, contenuto dinamico delle email, ecc.

Hai bisogno di una piattaforma di vendita e marketing integrata per il tuo business: il CRM integrato di ActiveCampaign si connette perfettamente a tutti i tuoi dati di email marketing, permettendo ai team di vendita di agire rapidamente. Caratteristiche come il lead scoring e i dati sociali possono anche aiutare a semplificare i processi di follow-up delle vendite.

Hai bisogno di uno strumento che faccia marketing multicanale: oltre all’invio di email, ActiveCampaign ti permette anche di inviare SMS, “conversazioni” personalizzate ai visitatori del tuo sito web e persino di gestire come gli annunci di Facebook vengono visualizzati ai contatti. È una grande soluzione se vuoi essere in grado di centralizzare gran parte del tuo marketing e dare ai tuoi clienti una migliore esperienza complessiva.

A nostro parere, raccomandiamo ActiveCampaign solo se:

Hai bisogno di uno strumento a bassa “manutenzione” che sia adatto ai principianti: ActiveCampaign è uno strumento avanzato e ci vuole molto più lavoro per abituarsi rispetto ad altri strumenti. Per non parlare della manutenzione regolare di cui avrete bisogno per impostare, monitorare e ottimizzare le campagne.

Hai solo bisogno di automazioni semplici: se vuoi solo impostare sequenze di email di base (ad esempio una campagna di benvenuto), ti consigliamo strumenti più economici e facili da usare.

Non sei sicuro: purtroppo non esiste un piano gratuito, e con un periodo di prova di soli 14 giorni, non ti danno molto tempo per valutare se fa davvero per te.

>