GetResponse

GetResponse: l’intero pacchetto di email marketing (quasi)

GetResponse afferma di offrire “strumenti personalizzati per quello che sei”, che si tratti di un imprenditore indipendente o di una grande azienda. Davvero un’affermazione audace. Trovando un po’ difficile fidarsi degli slogan di marketing, mi sono iscritto per testarlo io stesso.

Non prendermi per un cinico completo: non sto dicendo che non sia possibile creare una soluzione di email marketing valida per tutti. È solo che in tutti i miei anni di attività non ho mai avuto il piacere di vederne uno.

Dopo aver utilizzato GetResponse per alcuni mesi, posso dirti che per l’imprenditore singolo, GetResponse lo fa davvero fuori gioco. Per un’operazione di dimensioni aziendali, forse non tanto. E per tutti quelli nel mezzo… beh, dipende.

Vedi, GetResponse offre molte funzionalità molto potenti, inclusi oltre 100 modelli, un generatore di e-mail intuitivo, segmentazione avanzata e ottimi strumenti di automazione, per non parlare di un generoso piano gratuito.

Cosa significa per te? Che, a seconda della portata delle tue campagne, GetResponse potrebbe essere proprio quello che stai cercando.È un ottimo servizio, anche se non può fare tutto, motivo per cui ha ottenuto 4.7 nel nostro confronto dei migliori servizi di email marketing oggi disponibili.

Ora puoi imparare dalla mia esperienza in questa recensione di GetResponse. Non iscriverti prima di aver capito esattamente cosa può e non può fare GetResponse.

Caratteristiche di GetResponse

Basi solide, potenti funzionalità avanzate

Per quanto riguarda le funzionalità e gli strumenti di base, GetResponse ti copre. Raccogliere iscritti, girare newsletter settimanali e persino automatizzare azioni può essere fatto facilmente. E se le funzionalità extra non ti dispiace, puoi inviare email a un massimo di 500 contatti gratuitamente!

Chiunque abbia mai usato Microsoft Word può passare da zero a eroe in un’ora o due, poiché le cose sono fondamentalmente infallibili.

Campagne email e personalizzazione

Qualunque cosa tu abbia intenzione di inviare ai tuoi abbonati, utilizzerai lo strumento Campagne e-mail. GetResponse supporta l’invio di e-mail di massa, note anche come “esplosioni di e-mail”, che è un termine interessante con cui ci atterremo, a un massimo di decine di migliaia di contatti.

ho trovatol’interfaccia è estremamente facile da usare e direi che se hai mai inviato un’e-mail prima, ti serviranno solo pochi minuti per capire meglio le cose.

getresponse email marketing

GetResponse rende davvero facile creare un’esplosione di e-mail.

Fastidiosamente, mentre il sito Web di GetResponse promette “oltre 500 modelli di newsletter”, ne ho contati solo 116. Detto questo, questi modelli sono un ottimo modo sia per darti una direzione che per far risaltare le tue e-mail. Sono tutti mobile-responsive, il che significa che, indipendentemente dal fatto che il tuo lettore utilizzi un computer desktop, un tablet o uno smartphone, godrà di un’esperienza di lettura ottimale.

Tuttavia, ricorda di utilizzare i modelli con saggezza. Sebbene sia possibile inviare e-mail dall’aspetto straordinario, ricche di grafica ricca e immagini HD, a volte meno è di più.

Fortunatamente, molti dei modelli di GetResponse sono eleganti, discreti e mirati. Questo non solo trasmetterà il tuo messaggio nel miglior modo possibile, ma è anche lo standard del settore, che Gmail e gli altri provider si aspettano. Le e-mail che vanno troppo oltre (contengono troppo codice dietro le quinte, troppi allegati e simili) non vengono consegnate nella normale casella di posta.

GetResponse segna un punto in più per consentire agli utenti di accedere a tutti questi modelli sul piano gratuito.

modelli di GetResponse

Mi piace il modo in cui i modelli di GetResponse sono tutti completamente mobile-responsive.

Una cosa davvero interessante che GetResponse ti consente di fare con i modelli è personalizzarli. Ricorda, raccoglierai molte informazioni sui tuoi contatti: date di nascita, nomi, luoghi e altro ancora. L’utilizzo di tali informazioni all’interno del testo contribuisce notevolmente a far sentire gli abbonati come se ricevessero messaggi personali pertinenti, il che a sua volta li rende lettori fedeli e a lungo termine.

Le opzioni di personalizzazione dell’e-mail di GetResponse aprono tantissime possibilità.

Ad esempio, immagina di promuovere una nuova collezione di costumi da bagno. “Entusiasta per l’estate?” è carino, ma “Ehi Daisy, l’estate in California è dietro l’angolo! Inoltre, non pensare che ci siamo dimenticati del tuo compleanno a giugno… aspettati un regalo speciale!” è molto meglio.

Una cosa di cui è facile dimenticare, ma che può letteralmente rendere le tue e-mail illeggibili, è il problema delle lingue RTL (da destra a sinistra). Non importa molto se hai intenzione di inviare e-mail in inglese o in un’altra lingua LTR (da sinistra a destra), ma se la tua lingua si legge da destra a sinistra (come arabo o ebraico), hai bisogno del supporto RTL completo. GetResponse non solo supporta entrambi i linguaggi RTL, ma allinea e struttura immediatamente l’intero modello di conseguenza. Scegliere la tua lingua è davvero tutto ciò che devi fare e GetResponse si occuperà di tutto il resto.

L’ultima sul percorso della campagna e-mail di GetResponse è l’opzione di Prove A/B. Funzionano proprio come le normali campagne di newsletter, ma ti consentono di testare due versioni dell’e-mail e vedere quale converte meglio. È meglio cambiare solo una cosa (un’immagine di copertina, la riga di apertura, l’ordine degli elementi sulla pagina) e GetResponse la prenderà da lì, testando entrambe le opzioni e scegliendo il vincitore.

Sfortunatamente, i test A/B non sono attualmente disponibili sul piano gratuito di GetResponse, ma c’è da aspettarselo.

Il test A/B può sembrare complicato se non l’hai mai fatto prima, ma l’interfaccia di GetResponse lo rende facile.

Mailing List e segmentazione

Mentre nella sua forma più semplice, una mailing list è semplicemente una raccolta di indirizzi e-mail dei contatti, le moderne piattaforme di marketing hanno fatto un salto di qualità. GetResponse eccelle in quest’area, offrendo quelle che ritengo siano alcune delle opzioni più avanzate in circolazione.

Alcuni numeri prima. Riempirai le tue mailing list di contatti ed è importante ricordare che il numero di contatti è limitato –Piani GetResponse parti da 500 contatti e sali fino a 100.000. Non c’è limite al numero di e-mail che puoi inviare a ciascun contatto, questo vale anche per il piano gratuito.

Suona giusto? Bene, tienilo anche a mente se lo stesso contatto compare in due elenchi separati, conta come due contatti.Se hai intenzione di creare più elenchi e vuoi davvero mettere a punto la tua operazione, questo può finire per gonfiarsi abbastanza velocemente. Ma non c’è modo di sfuggirgli: anche tutti gli altri servizi fanno questo genere di cose.

Avendo apprezzato le complessità della vita di un marketer, parliamo di come possiamo riempire quella quota di contatti. Sebbene tu possa aggiungere manualmente alcuni degli indirizzi email dei tuoi compagni di squadra, la maggior parte dei tuoi iscritti proverrà da landing page, pubblicità sui social media ed elenchi importati.

GetResponse fa un ottimo lavoro nel semplificare il processo. I lead dalle pagine di destinazione scivolano immediatamente negli elenchi designati e nemmeno l’importazione è troppo malandata. Puoi copiare batch di indirizzi e lasciare che lo strumento automatico li identifichi, importare un’ampia varietà di tipi di file di fogli di calcolo (inclusi XLS, CSV, TXT, VCF, XLSX e ODS) e persino integrarli con il tuo precedente servizio di email marketing per importare i tuoi contatti esistenti.

Ovviamente ti verrà chiesto di confermare di avere il permesso per aggiungere queste persone, un segno che GetResponse è un servizio onesto per persone oneste e non una macchina per lo spam.

Leggi di più   AWeber Review 2022 - Una gemma nascosta per i commercianti di e-mail?

Durante l’importazione di un elenco onesto di contatti, non ho riscontrato alcun problema. Sono stato anche molto felice di vedere quanto fosse flessibile lo strumento di importazione. Mi ha permesso di importare colonne e metadati avanzati,come data di nascita, sesso e campi sì/no e i tipi di campo sono stati identificati automaticamente dal servizio. È anche possibile creare tipi di campo personalizzati (ad es. un sì/no booleano per il matrimonio, campi data aggiuntivi), il che significa che puoi ottenere i dettagli con i tuoi contatti che desideri.

GetResponse Mailing List

Sono rimasto colpito dalle opzioni di importazione dell’elenco dei contatti di GetResponse.

Successivamente, ho verificato le capacità di segmentazione di GetResponse, volendo vedere quanto sono potenti.Se non hai familiarità con il termine “segmentazione”, è la possibilità di prendere un elenco di contatti esistente e restringerlo aggiungendo regole e criteri.

Supponiamo che la tua pagina di destinazione abbia generato alcune centinaia di registrazioni. Mentre potrebbero esserci momenti in cui vorrai inviare la stessa e-mail a tutti, altre volte potresti voler inviare e-mail a gruppi specifici all’interno della stessa mailing list.

Ad esempio, un consulente finanziario può utilizzare la segmentazione per inviare agli abbonati di età compresa tra 20 e 25 articoli sulla vita post-universitaria, con collegamenti a prestiti e servizi pertinenti. Gli abbonati di età superiore ai 40 anni potrebbero essere più interessati alle opportunità di investimento. La tua motivazione è far sentire sempre i tuoi iscritti come se li capissi e che ricevessero un’e-mail curata, non generica.

Con GetResponse, puoi effettivamente andare molto più in profondità con le tue segmentazioni.Aggiungendo regola dopo regola, è possibile ottenere le specifiche che desideri. Mi ci sono voluti pochi secondi per creare un segmento con solo contatti femminili nati dopo il 1990, che hanno cliccato su un link specifico in una specifica newsletter inviata qualche settimana prima. Sono cose potenti.

Un paio di altri aspetti importanti di un servizio di email marketing sono gli elenchi di soppressione e il problema degli annullamenti dell’iscrizione. Una lista di soppressione è un elenco di contatti che non riceveranno le tue e-mail, anche se si trovano nella tua mailing list principale. Questi possono essere cancellatori di iscrizioni o contatti che hai scelto di inserire nella lista nera.

GetResponse ti consente di bloccare manualmente indirizzi e interi domini (ad esempio, tutti gli indirizzi che terminano con @qualcosa.com), manon esiste un algoritmo di pulizia anti-spam intelligente che possa aiutarti a mantenere le tue liste incontaminate.

Per quanto riguarda gli annullamenti dell’iscrizione, è di estrema importanza tenerne traccia. Questo è sia per motivi di marca che legali: non vuoi essere considerato uno spammer che non capisce cosa significa “no” e legalmente non sei autorizzato a inviare e-mail ai contatti che hanno scelto di annullare l’iscrizione.

GetResponse sopprime automaticamente gli annullamenti dell’iscrizione e li etichetta come “contatti inattivi”. Puoi quindi esportare l’elenco degli annullamenti dell’iscrizione, che è fondamentale se dovessi scegliere di cambiare servizio.

GetResponse Pagine di destinazione

Nel tuo lungo viaggio verso migliaia di iscritti, le landing page diventeranno i tuoi migliori amici. Sono un ottimo modo per attirare potenziali abbonati e convincerli a registrarsi,lasciando nelle tue mani le loro preziose informazioni di contatto.

GetResponse Pagine di destinazione

GetResponse ha una quantità impressionante di modelli e opzioni di personalizzazione per le pagine di destinazione.

A differenza delle e-mail, dove meno è di più, le pagine di destinazione possono essere tanto appariscenti quanto ritieni opportuno. GetResponse ti fa impazzire con decine di modelli di landing page personalizzabili, tutti adattabili ai dispositivi mobili, e puoi configurare quali dettagli verranno raccolti – solo un indirizzo e-mail o campi aggiuntivi come nome completo, città, età, interessi e altro. Campi extra possono rallentare i tuoi potenziali abbonati e persino farli spaventare e riprendersi, quindi fai attenzione a non esagerare.

Il costruttore della pagina di destinazione è disponibile su piano gratuito, ma puoi creare e ospitare solo 1 pagina di destinazione.

Dietro le quinte, puoi scegliere la mailing list a cui verranno aggiunti i tuoi contatti, e questo è praticamente tutto. 10 minuti e sei online. La tua pagina di destinazione sarà disponibile su un sottodominio GetResponse (“iltuoindirizzo.gr8.com”).

Il sottodominio non è esattamente ottimale, motivo per cui potresti preferire utilizzare invece il tuo dominio. È facilmente fattibile e c’è anche una guida ingegnosa per aiutarti. Non hai bisogno del tuo hosting o altro.

Automazione

In poche parole, una grande automazione ti consente di fare meno e ottenere di più. Dopo una rapida configurazione, i nuovi abbonati possono ricevere e-mail di benvenuto personali. Puoi anche impostare degli intervalli, in modo che dopo pochi giorni ricevano un elenco speciale di consigli, insieme al tuo appassionato apprezzamento per la loro scelta di registrarsi.

L’automazione avanzata è illimitata. Bastano pochi minuti di configurazione. I tuoi contatti si sentiranno come se ricevessero regolarmente contenuti personalizzati, quando in realtà hai impostato tutto prima. È altrettanto facile eseguire un processo di automazione a livello di elenco che tagga i contatti in base al loro livello di coinvolgimento o creare un messaggio speciale, con un coupon molto speciale, da consegnare solo in occasione dei compleanni.

GetResponse fa un ottimo lavoro qui, superando facilmente concorrenti noti come Mailchimp.L’intera interfaccia di automazione è visiva, completa di funzionalità di trascinamento della selezione che consente di pianificare flussi di lavoro dettagliati.

Non solo, GetResponse offre modelli di automazione predefiniti per semplificarti la vita. Mi ci è voluto circa un minuto per impostare una sequenza di risposta automatica a tre e-mail.Un piano di punteggio automatizzato, basato su come i miei contatti interagivano con le mie e-mail (aprivano o meno, facevano o non facevano clic su un collegamento), era altrettanto facile. Dopo aver lasciato che la funzione facesse il suo corso, i punteggi dei miei contatti sono stati aggiornati, permettendomi di raggiungere meglio i più coinvolti e di eliminare qualche peso morto.

GetResponse sembra anche evitare alcune insidie ​​comuniqualealtri servizi rientrano direttamente. Impostare un periodo di attesa tra le e-mail è fantastico, ma ancora meglio è la possibilità di controllare l’ora esatta in cui i tuoi lettori riceveranno l’e-mail. Questo perché le e-mail più recenti sono quelle lette per prime, e se tempi le esplosioni correttamente, arriverai in cima.

La popolarissima newsletter Morning Brew lo capisce, motivo per cui fornisce i suoi aggiornamenti aziendali e tecnologici ogni mattina, quando i pendolari controllano i loro telefoni. Di solito è meglio inviare un’e-mail relativa allo shopping nelle prime ore serali, quando tutti sentiamo l’impulso improvviso di spendere immediatamente ciò che abbiamo lavorato tutto il giorno per guadagnare.

Ad ogni modo, tutto questo può essere fatto con GetResponse.

GetResponse ti consente di creare facilmente sequenze di automazione complesse

Con la potente automazione dell’e-commerce come il carrello abbandonato e i follow-up post-acquisto, sono stato quasi tentato di assegnare il massimo dei voti all’automazione di GetResonse.

Quello che mi ha fermato è stato quello il Di base Piano viene fornito solo con i modelli, il che significa che non puoi creare o modificare la tua automazione. Il piano di livello intermedio, Plus, ti consente di creare solo 5 flussi di lavoro personalizzati, di cui nemmeno io ero molto contento. Se sei un utente gratuito, dovrai eseguire l’upgrade a un piano premium per accedere a questa funzione: l’automazione non è disponibile nel piano gratuito.

Canalizzazioni di vendita e funzionalità di e-commerce

Hai sentito bene. Per semplici esigenze di e-commerce, GetResponse può effettivamente sostituire una soluzione di e-commerce dedicata,risparmiando un sacco di soldi e problemi. Ancora una volta, purché le tue esigenze siano semplici.

Cosa intendo per “semplice?” Diciamo che vuoi offrire ai tuoi lettori una guida o un ebook che hai scritto su un argomento allettante come il giardinaggio nel New Mexico. Questo può essere impostato e facilmente integrato nelle tue e-mail. Indirizzeranno i tuoi lettori a una pagina di vendita, dove è possibile effettuare un acquisto. Che ne dici di un intero catalogo di prodotti drop-ship? No. È troppo. Non ci sono strumenti di gestione dell’inventario, carrelli della spesa avanzati e strumenti per la soddisfazione dei clienti.

Leggi di più   Sendinblue Review 2022: Facile da usare, ma è abbastanza?

Fondamentalmente, pensaci in questo modo: se vendi solo pochi articoli diversi (fisici o digitali) e offri ai tuoi lettori la possibilità di acquistarli come parte di qualche promozione (“Distinguiti questo Halloween! Ecco una fantastica collezione delle mie idee per intagliare la zucca di celebrità!”), la funzionalità di e-commerce di GetResponse potrebbe essere tutto ciò di cui hai veramente bisogno.

Per situazioni più avanzate, GetResponse può lavorare con soluzioni di e-commerce dedicate. Sono stato felice di vedere che si integra perfettamente con piattaforme standalone come WooCommerce, Shopify, Magento e altre. Le integrazioni con WooCommerce, ad esempio, vengono eseguite tramite plug-in e possono essere utilizzate per inviare messaggi di carrello abbandonati e dare seguito a lead promettenti.

Vedi l’elenco completo delle funzionalità

Consegnabilità di GetResponse

Non un fuoricampo, ma abbastanza vicino

Abbiamo stabilito che, in sostanza, il servizio GetResponse è abbastanza valido, ma ci sono più domande a cui rispondere. Una domanda importante è questa: dopo aver impostato elenchi, automazioni e campagne, le tue e-mail raggiungeranno effettivamente le caselle di posta dei tuoi iscritti? Verranno contrassegnati come spam o inseriti nella temuta scheda “Promozioni”?

Alcuni siti di recensioni cercano di rispondere a questa domanda con una cifra percentuale. Come in “l’83% delle e-mail inviate tramite il servizio X raggiungerà la posta in arrivo e lo sappiamo perché controlliamo da 5 anni”. Tuttavia, quando si guarda al quadro generale, queste affermazioni sono praticamente prive di significato. Leggi la mia spiegazione completa su perché i “test di consegna” sono del tutto inaffidabili. Troverai anche alcuni suggerimenti utili su come aumentare il tasso di consegna.

Ecco la versione breve. La deliverability è influenzata da molti fattori diversi. Quando un cliente mi dice che solo una certa percentuale del suo elenco ha aperto l’e-mail, ciò non significa che il suo attuale servizio non possa fare di più– significa che ho del lavoro da fare. Forse il loro dominio si sta registrando come sospetto e può beneficiare di piccole esplosioni ad alcuni dei miei indirizzi. Aprirò ogni messaggio e Gmail imparerà lentamente che si tratta di un’operazione legittima. O forse le loro e-mail contengono parole chiave, o codice HTML, che vengono rilevati come spam.

Ora, cosa possiamo fare noi gente onesta per garantire la consegna? La prima cosa che puoi fare è autenticare il tuo account GetResponse con il tuo dominio.Solo una persona o organizzazione può registrare un singolo nome di dominio (“@toursontheseine”, ad esempio), ma qualsiasi messaggio di posta elettronica, ovunque, può essere facilmente modificato per mostrare quel dominio come mittente. Questo è un tipo di furto di identità.

Sì… l’e-mail non è stata sviluppata come la tecnologia più sicura. In realtà, è sorprendentemente facile far sembrare che un messaggio provenga da Bank of America, anche se scammy-scammy-two-timing-bobby@hotmail è stato colui che lo ha inviato. Ma non sono gli anni ’90 e oggi, se Gmail riceve un’e-mail come quella di Scammy Scammy Bobby, la contrassegnerà come possibile frode e la invierà direttamente nella cartella spam. Sa di sospettarlo perché le e-mail non sono autenticate con il dominio, cosa che può essere eseguita solo dalla persona che effettivamente possiede il dominio. E Bobby non possiede la Bank of America.

In effetti, la tua prima linea di attività è ottenere l’autenticazione e dimostrare oltre ogni possibile dubbio che sei il proprietario del dominio e dell’indirizzo da cui prevedi di inviare e-mail.Una forma semplice per farlo sarebbe che GetResponse invii a quell’indirizzo un’e-mail di conferma e che tu acceda e la confermi. Ma anche questo è piuttosto debole.

Lo standard d’oro nel settore oggi è autenticare il tuo dominio e il servizio di email marketing utilizzando i token. Avviso di grande acronimo: le due opzioni popolari sono SPF e DKIM, con DKIM che è quello che vuoi davvero avere.

L’autenticazione DKIM avanzata può essere facilmente implementata su GetResponse, dimostrando oltre ogni possibile dubbio a Gmail e ad altri provider che sei veramente chi affermi di essere. Ciò fa sì che si fidino di te e recapitino le tue e-mail direttamente nella posta in arrivo.

Ho seguito il semplice tutorial di GetResponse sull’attivazione dell’autenticazione DKIM e ho inviato un’e-mail per verificare che funzionasse. In effetti, tutto andava bene.

La seconda cosa che puoi fare per aumentare la tua deliverability è assicurarti che il servizio che scegli stia combattendo attivamente gli spammer che possono rovinare la reputazione del tuo mittente e verificare che prenda una posizione chiara nei suoi termini di utilizzo su spam e marketing di affiliazione.

Successivamente, ho verificato come GetResponse ha gestito tutto lo spam, tentando di importare un breve elenco di contatti pieno di indirizzi e-mail incomprensibili e dall’aspetto spam come kjasnf@gmail.com e hhnvfd@gmail.com. Mi è stato immediatamente comunicato che la mia importazione era in attesa di ulteriori controlli e in poche ore è stata completamente rifiutata.

GetResponse ha rifiutato il mio elenco di contatti di prova dall’aspetto spam. Questo è un ottimo segno.

Questa è un’ottima notizia perché se un servizio consente ad altri utenti di inviare spam, i tuoi tassi di consegna saranno influenzati negativamente. Per garantire un buon tasso di consegna, tutti gli utenti sul server devono giocare bene e GetResponse si assicura che sia esattamente ciò che accade.

Il marketing di affiliazione è consentito su GetResponse,che normalmente sarebbe motivo di preoccupazione: i marketer di affiliazione sono noti per bombardare i loro contatti con infiniti suggerimenti di prodotti. Questo potrebbe diventare il tuo problema, perché condividi un indirizzo IP con loro, il che significa che i fornitori di servizi di posta elettronica come Gmail ti raggruppano insieme. Tuttavia, i termini di utilizzo di GetResponse sono molto chiari sull’argomento e il suo monitoraggio attivo dovrebbe garantire che nulla sfugga di mano.

La cosa migliore che puoi fare per migliorare il tuo tasso di consegna è inviare le tue e-mail da un IP privato e dedicato. Con GetResponse, sfortunatamente, questa opzione è disponibile solo con il piano più costoso.

Una funzione davvero interessante chiamata Perfect Timing aiuta un po’: attivarla farà in modo che GetResponse impari il comportamento dei tuoi abbonati e invierà e-mail a ciascuno nel momento in cui è più probabile che li leggano.

Vedi tutte le funzionalità di consegna

Analisi e reportistica

Sul serio? Mi aspettavo molto di più

L’analisi, o report board, è il luogo in cui vengono prese tutte le grandi decisioni. Quando si esegue un’operazione di email marketing avanzata, è necessario sapere quali e-mail sono state ben accolte, quali no, quanto sono stati coinvolti i tuoi abbonati, che tipo di abbonati sono e cosa li ha fatti coinvolgere. Dopo averlo compreso, è possibile agire in base a tali informazioni e raccogliere i frutti.

Ad esempio, supponiamo di scoprire che gli abbonati negli Stati Uniti hanno aperto più delle mie e-mail rispetto agli abbonati del Regno Unito, ma una percentuale più alta di abbonati nel Regno Unito ha effettivamente fatto clic sui collegamenti all’interno. Questo può portarmi a capire che il mio pubblico americano vuole trovare qualcosa nella mia e-mail, ma non gliela sto dando. Poi di nuovo, il mio contenuto sembra essere perfetto per gli inglesi, ma per qualche motivo (forse l’ora in cui invio le e-mail?), Li sto perdendo prima.

Suona benissimo? Può essere, ma non con GetResponse. Non c’è niente del genere qui.Non sarai in grado di suddividere i risultati della campagna in base a località, sistema operativo, dimensioni dello schermo o altro.

Sei praticamente limitato al numero di contatti aperti, cliccati, cancellati o rimbalzati – che sono tutte informazioni importanti, ma è anche solo la punta dell’iceberg. Non puoi trarre abbastanza spunti da questo. Come puoi sapere se si è verificato un problema relativo ai dispositivi mobili, che sarebbe stato visualizzato come schermi di piccole dimensioni non aperti? O per capire se qualcosa non va in una specifica versione di Windows?

Leggi di più   ActiveCampaign Review 2022: Perché non è giusto per tutti

Sono rimasto deluso dalla scheda di analisi di GetResponse.

Questo è un rompicapo? Beh, dipende.Se stai cercando di ottimizzare le cose al massimo, lo strumento di analisi di GetResponse non ti fornirà i dati avanzati di cui hai bisogno. Un servizio come AWeber, d’altra parte, offre un’intera suite di report dettagliati su qualsiasi cosa, dalle tendenze dei dati alla posizione dei contatti. Inoltre, utilizzando il test A/B e la segmentazione, puoi imparare alcune cose su cosa funziona e cosa no. Tuttavia, tutto questo ti trattiene invece di liberare il tuo potenziale.

Vedi tutte le funzionalità di analisi

Supporto di GetResponse

L’assistenza professionale è a portata di chat dal vivo

Dopo la debacle dell’analisi, ho delle buone notizie. Il team di supporto di GetResponse è fantastico. Professionale, cortese e prontamente disponibile.

Non c’è supporto telefonico, ma sul serio – chi se ne frega? Io, per esempio, non voglio mai parlare al telefono. So che una volta all’anno devo chiamare il NYTimes e chiedere di nuovo lo sconto a metà prezzo, il che mi fa risparmiare $ 70 all’anno e impiega solo 10 minuti del mio tempo, ma questo è praticamente il mio limite.

GetResponse ti assicura l’aiuto di cui hai bisogno e puoi richiederlo in tre modi diversi – chat dal vivo, disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7; supporto e-mail, disponibile in 8 lingue diverse (inglese, russo, spagnolo e altro); e una base di conoscenza super dettagliata.

Tempo medio per ottenere una risposta in live chat? Circa 3 minuti. A volte anche più veloce. E indipendentemente dall’opzione scelta, tutte le conversazioni vengono salvate, registrate e disponibili per riferimento in seguito.

Stavo chiedendo del limite di contatti ed e-mail e ho ricevuto subito una risposta.

Una cosa di cui puoi essere sicuro è che con il supporto di GetResponse, riceverai davvero una risposta e sarà rapida e professionale.

Chiedere della segmentazione è stato altrettanto facile, con l’agente che mi ha inviato l’esatto articolo della knowledge base di cui avevo bisogno e spiegando anche il processo stesso.

Ho apprezzato il modo in cui l’agente di GetResponse ha spiegato cosa dovevo fare e mi ha inviato un link per saperne di più.

Lo stesso quando ero interessato ad attivare l’autenticazione DKIM.

Non ho mai riscontrato problemi con il supporto di GetResponse.

Cosa posso dire? Questi agenti sanno il fatto loro.Puoi essere certo che qualunque problema in cui ti imbatti, il team di GetResponse ti ha coperto.

Tieni presente, tuttavia, che se sei un utente gratuito, avrai accesso alla knowledge base solo tramite il Centro assistenza.

Prezzo di GetResponse

Equo e conveniente, ma assicurati di scegliere il piano giusto

Parlando in generale, Piano di base di GetResponse è quello che considero economico, anche con un ottimo rapporto qualità-prezzo. Gli altri prezzi del piano sono più vicini a quelli offerti dagli altri servizi, pur rimanendo competitivi.

Non dimenticarlo il modello GetResponse è contatti limitati, email illimitate.Ciò significa che puoi inviare tutte le email che desideri a un numero limitato di contatti. Se le tue esigenze sono diverse e desideri inviare meno e-mail a un pubblico molto più ampio, potresti voler dare un’occhiata a un servizio come Sendinblue invece.

Anche se sei bravo con il modello dei contatti, il prezzo di GetResponse è complicato, perché una piccola cosa può significare un livello di piano diverso. Per esempio, se i modelli di automazione ti bastano, il piano Basic potrebbe essere tutto ciò di cui hai bisogno.Inoltre, se hai bisogno di una maggiore personalizzazione e desideri creare i tuoi flussi di lavoro automatizzati, ti costerà più del triplo per 1.000 contatti.

Non solo, ma l’intera idea di segnare e contrassegnare i contatti non è disponibile nel piano Basic. Ciò lo relega praticamente a usi semplici e solo a un pubblico ristretto: newsletter con un elenco di contatti gestibile che non ha bisogno di armeggiare troppo.

Al rialzo, se hai bisogno di più contatti (fino a 100.000), la differenza di prezzo tra i piani diventa trascurabile. E se vuoi approfondire un po’ quello che fai e non ottieni, abbiamo messo insieme una ripartizione completa dei piani tariffari di GetResponse.

Se stai iniziando con l’email marketing e vuoi provare GetResponse, il piano gratuito potrebbe farlo solo per te. Il piano gratuito ti consentirà di progettare e inviare un numero illimitato di e-mail a un massimo di 500 contatti, e questo è praticamente tutto: la maggior parte delle funzionalità avanzate di cui abbiamo discusso qui (ad esempio, automazione, segmentazione, canalizzazioni di vendita), non sarà disponibile per voi.

C’è anche un 30 giorni di prova completamente gratuita (nessuna informazione di pagamento necessaria) puoi sfruttare per controllare le funzionalità a pagamento, ma tieni presente che quasi tutto sarà aperto per te. Questo può essere ingannevole. Non provare le funzionalità disponibili solo sul piano Professional se non sei disposto a spendere almeno $ 81,18 al mese.

I pagamenti possono essere effettuati solo con carta di credito e i periodi di pagamento sono mensili, annuali o biennali, con sconti per iscrizioni più lunghe. Le organizzazioni non profit potrebbero beneficiare di ulteriori sconti, quindi contatta il team se questa è la tua situazione.

Recensioni degli utenti

Mare

Olanda

20 luglio 2021

Non ottenere GetResponse

La tua politica di blocco del tuo account se hai avuto troppe cancellazioni dalla tua newsletter non va davvero bene. Anche il tono con cui ti informano via e-mail è davvero pessimo! è successa la stessa cosa ad Harry! abbiamo usato get response per 4 mesi ma ora siamo bloccati. Ma non recuperare gli altri mesi. Il motivo del blocco è che le nostre e-mail sono spesso finite nello spam, che colpisce il loro sistema. Tuttavia, non abbiamo mai avuto problemi con Mailchimp e abbiamo apportato tutte le modifiche consigliate.

Grant Perez

Stati Uniti d’America

22 maggio 2018

una delle migliori decisioni che ho preso

Un collega ha consigliato GetResponse per le nostre esigenze di email marketing ed è stata una delle migliori decisioni che ho preso l’anno scorso. Quello che mi piace di più di questo software è che non ha richiesto una formazione approfondita. Gli amministratori del mio ufficio sono stati in grado di prelevare il software rapidamente e non hanno avuto bisogno di molte manovre come si fa con alcuni prodotti. La funzionalità che classificherei come di fascia media, quindi a meno che tu non stia gestendo una grande azienda, questo prodotto dovrebbe fare tutto ciò di cui hai bisogno.

Karis Olanda

Stati Uniti d’America

12 maggio 2018

Questo è uno strumento eccellente per qualsiasi piccola impresa

Questo è uno strumento eccellente per qualsiasi piccola impresa che cerca un software affidabile per il mercato della posta elettronica. Ho davvero apprezzato la funzionalità di trascinamento della selezione in quanto non richiedeva un sacco di esperienza tecnica. Puoi creare e-mail promozionali, newsletter e altro con pochi clic. Meglio ancora, puoi assegnare più amministratori, permettendoti di suddividere il carico di lavoro. Uno di noi fa newsletter mentre l’altro invia e-mail promozionali generali. Anche i modelli sono fantastici e rendono il nostro lavoro molto più semplice.

Jerry Inverno

Stati Uniti d’America

27 agosto 2017

Revisione di GetResponse

Ottimo prodotto con ottimo prezzo. Il nuovo editor di posta elettronica è fantastico e semplice da usare. Raccomando GetResponse a tutti coloro che vogliono fare un ottimo email marketing.

Di Redazione: Vincenzo Danna

Sviluppatore informatico freelance e web writer SEO, Vincenzo Dani produce regolarmente contenuti per il blog e il forum www.abruzzoscuoladigitale.it. La qualità del suo lavoro e l'unicità del suo background ci hanno spinto a presentarlo a voi.

>