SendinBlue

Sendinblue: semplice ma efficace email marketing, in teoria

Sendinblue si vende come una piattaforma con tutti gli strumenti di marketing digitale essenziali che potresti desiderare. In teoria, puoi impostare la tua e-mail e persino campagne di marketing via SMS, automatizzare un sacco di cose e poi dimenticartene mentre ti concentri sul riempimento effettivo degli ordini e/o sulla fornitura di un servizio.

Bene, è certamente difficile discutere con quell’idea, ma quanto bene funziona davvero? Puoi impostare e dimenticare le tue campagne email? Quanto bene Sendinblue ti aiuta a gestire la tua mailing list? Quanto bene tiene lontani gli spammer dal suo servizio, assicurandosi così che le tue e-mail raggiungano i tuoi clienti?

Sono andato sotto copertura per determinare tutto questo, e altro ancora, per scoprire se Sendinblue è giusto per te, caro lettore. E beh… ho avuto un po’ di problemi.

Divulgazione completa: questa azienda è così determinata a tenere fuori gli spammer, ho avuto problemi a testare questo servizio perché, all’inizio, non riuscivo a “verificare” il mio account. L’ho risolto, però, e sono stato in grado di completare questa recensione come qualcuno che si avvicina a un vero professionista.

Ho fatto del mio meglio, però. Ancora una volta, è stata una giornata tipo #JustReviewerThings.

Caratteristiche

Sendinblue ha un set di funzionalità rispettabile

Le funzionalità di Sendinblue sembrano coprire tutte le cose di base che vorresti in una piattaforma di email marketing, fin dall’inizio. Entrerò nei dettagli di seguito, ovviamente, ma puoi aspettarti un editor di modelli decente, l’ordinamento e la gestione dei contatti, l’automazione della posta elettronica, l’integrazione dei social media e altro ancora.

Se sei nuovo nel gioco dell’email marketing, Sendinblue avrà la maggior parte di ciò di cui hai bisogno per iniziare. Non è la piattaforma di marketing più ricca di funzionalità in circolazione, ma farà il suo lavoro, senza dubbio.

Bene, forse alcune domande, come “Le funzionalità ci sono, ma sono buone?” Ma ehi, è per questo che siamo qui. Iniziamo con l’aspetto delle tue campagne. 

Campagne e-mail, modelli e personalizzazione

Quindi, il numero effettivo di email che puoi inviare dipenderà dal piano per cui stai pagando. Tuttavia, non c’è limite alla dimensione del tuo elenco di contatti. Assicurati solo che il tuo piano copra tutti coloro che si sono registrati per almeno due-tre e-mail al mese e sei a posto.

Quel limite mensile può variare da 10.000 e-mail a 1 milione, con molto spazio intermedio per prezzi variabili, a seconda di quante e-mail dovrai effettivamente inviare.

Se hai davvero bisogno di inviare più di 1 milione di e-mail in un mese, puoi contattare Sendinblue per i suoi piani aziendali, ma non lo farei. Qualsiasi azienda che abbia davvero bisogno di inviare e-mail su quella scala potrebbe anche avere i propri server e una piattaforma di posta auto-ospitata,

Puoi anche pubblicare contemporaneamente le tue campagne via SMS. Se pensi che i tuoi clienti debbano assolutamente vedere le tue ultime offerte nei loro messaggi di testo, questa è l’opzione che fa per te. (Personalmente, non sono un fan di ricevere questi messaggi, ma dipende dai tuoi clienti.)

Puoi anche condividere qualsiasi campagna e-mail tramite i social media. Tuttavia, non ho visto un modo per condividere la campagna nello stesso momento in cui la invii alla tua mailing list. Devi trovare manualmente una campagna che hai già inviato, fare clic su un menu e condividerla tramite i social media. Francamente, questo è un passaggio in più che non dovrebbe essere necessario.

Ma ora la domanda è: come saranno effettivamente le tue email? Puoi adattarli al tuo marchio e alla guida di stile, se ne hai uno? Le risposte a queste domande sono rispettivamente “non male” e “probabilmente sì”.

Puoi scegliere tra tre modi per creare una campagna e-mail:

  • L’editor drag-and-drop– Ciò ti consente di inserire testo e immagini in un layout visivo semplice e ciò che vedi è ciò che vede il lettore.
  • L’editor di testo ricco– È come Word, ma molto più semplice. Questo è probabilmente meglio per quelle newsletter piene di testo.
  • Codice personalizzato– Puoi creare il tuo modello di email HTML o crearne uno per te e importarlo in Sendinblue. Questa opzione fornisce il controllo più creativo, ma è anche il modo più complicato di fare le cose.

Tornando all’editor drag-and-drop (che è quello che probabilmente utilizzerà la maggior parte delle persone), ci sono oltre 60 modelli con cui puoi iniziare, oppure puoi creare un design da zero se lo desideri. I modelli sono un mix di design moderno/minimal, con alcuni un po’ più dinamici e colorati di altri. Sono ordinati in categorie come “Newsletter”, “Saldi”, “Auguri di festa” e altro ancora.

Sendinblue Campagne e-mail

I design sono forse un po’ generici, ma è normale per le e-mail.

Tutti i modelli sono reattivi e ottimizzati per i dispositivi mobili, quindi i tuoi clienti amanti dello smartphone sono coperti. Dato che al giorno d’oggi ci sono più smartphone in circolazione che laptop o desktop, questa è una caratteristica essenziale. Un’altra caratteristica essenziale, i modelli supportano lingue da destra a sinistra come arabo, ebraico, purdu e curdo.

Non ci sono foto d’archivio. Bene, non c’è una libreria di foto d’archivio tra cui scegliere. Ci sono alcune immagini predefinite nei modelli, ma dovresti assolutamente sostituirle con le tue immagini.

L’editor stesso è abbastanza semplice, con un’interfaccia di facile comprensione. Puoi inserire contenuti in diversi layout, creare gallerie di immagini, quel genere di cose. La funzionalità è limitata a ciò che puoi effettivamente visualizzare in un’e-mail e, a dire il vero, non è molto. Quindi l’editor drag-and-drop fa esattamente quello che dovrebbe, ma con pochi campanelli o fischietti.

Sendinblue modelli e personalizzazione

È semplice ma funzionale. Non posso chiedere di più.

Dove diventa (una specie di) fantasia è con la personalizzazione e la visualizzazione condizionale. Ora cosa sono quelli?

La personalizzazione è facile. Fondamentalmente, puoi inserire variabili nel contenuto, come il nome o il cognome dei tuoi contatti. È così che le aziende inviano migliaia di e-mail e tutti vedono il loro vero nome nel contenuto. Quindi invece di “Caro stimato cliente di cui non conosciamo il nome”, ottieni “Hey Jerry! Vieni a comprare la nostra roba!”

Bene, è così che lo scriverei, ed è per questo che non mi mettono a capo del marketing.

La visualizzazione condizionale è un concetto simile. Così, supponiamo che tu abbia clienti a Denver, in Colorado, e alcuni a Guadalajara, in Messico, perché la vita è divertente in questo modo. Se i tuoi contatti sono ordinati per posizione (ed è qualcosa che puoi fare totalmente, con un po’ di lavoro), puoi inserire nella tua campagna e-mail contenuti che cambiano effettivamente in base alla posizione del lettore. Quindi i tuoi clienti di Denver potrebbero vedere le offerte di Denver e i clienti di Guadalajara vedrebbero le offerte su misura per loro.

Puoi anche modificare il contenuto in base ad altri fattori, ad esempio da quanto tempo i tuoi lettori hanno aperto le tue e-mail di marketing o hanno fatto clic sul tuo sito web. Tuttavia, questa funzione dipende da quanto è dettagliata la tua mailing list. Più informazioni hai, meglio è.

Puoi anche creare due diverse versioni di ogni campagna per vedere quali contenuti, layout e-mail e righe dell’oggetto funzionano meglio per te. Questo è chiamato test A/B e sostanzialmente ti consente di inviare due diverse versioni della tua campagna contemporaneamente. Una parte della tua mailing list vedrà la “versione A” e l’altra vedrà la “versione B”.

Leggi di più   GetResponse: Test, valutazione, prezzi e alternative per questa piattaforma di email marketing

Quindi, puoi controllare le analisi per la tua campagna per vedere quale ha funzionato meglio, quale è stata aperta di più, quante persone hanno fatto clic sul tuo sito o venduto su ciascuna versione dell’e-mail e così via. Tuttavia, la funzione di test A/B richiede un piano Premium o il componente aggiuntivo a pagamento del piano Lite.

Alla fine, non mi ci è voluto molto per capire come funzionava questo sistema. Voglio dire, c’è ancora molto da imparare, ma l’interfaccia utente non era eccessivamente complicata da usare.

Se non conosci tutta questa faccenda, Sendinblue ha un centro assistenza abbastanza ampio e molti tutorial sul suo blog, che ho trovato super utili. Quello che non riuscivo a trovare sepolto negli archivi, l’ho scoperto chiedendo al team di supporto.

Ne parlerò di seguito, nel Sezione di supporto.

Mailing List e segmentazione

L’importazione dei contatti è abbastanza semplice, per fortuna. Puoi importare qualsiasi formato di file standard per i contatti, inclusi file .csv, file .xls(x) e file di testo separati da virgole. Se disponi di un qualsiasi tipo di applicazione di posta esistente o di un gruppo di indirizzi in un foglio di calcolo, puoi importare il tuo elenco di indirizzi in almeno uno di questi formati.

Naturalmente, il file che scegli può includere anche i nomi dei tuoi contatti, gli indirizzi fisici, i numeri di telefono, la data di iscrizione e qualsiasi altro dettaglio desideri, il tutto archiviato in un database a forma di tabella. Sendinblue analizzerà tutto e includerà tutte le informazioni come dati ricercabili e ordinabili. Puoi anche copiare e incollare le informazioni direttamente da qualsiasi file XLS – sarebbe Microsoft Excel – e Sendinblue eseguirà la stessa magia di analisi dei dati.

Quindi, se vuoi importare indirizzi che sono tutti nello stesso file, ma aggiungere indirizzi diversi a elenchi diversi, copia e incolla gli indirizzi desiderati. Quindi risciacquare e ripetere. Ah, copia/incolla. È per questo che i lavoratori digitali hanno una carriera.

Sto scherzando. Per lo più.

Ad ogni modo, puoi anche creare un modulo web e inserirlo in qualsiasi pagina ti piace per raccogliere indirizzi email. Sai, il classico modulo di iscrizione alla newsletter, idealmente non posizionato in un pop-up.

Tutti gli indirizzi che importi possono essere aggiunti a mailing list specifiche o addirittura inseriti in una blacklist. Ciò è particolarmente utile per la gestione delle “cancellazioni”. E tieni presente che in molti luoghi, per legge, devi avere un modo per consentire alle persone di annullare l’iscrizione alle tue e-mail. Sendinblue, per fortuna, include un link di annullamento dell’iscrizione in ogni e-mail per impostazione predefinita. Potrebbe suonare male, ma fidati di me, lo vuoi lì per motivi legali.

E ragioni morali. Non dovrei dirlo, ma lo spamming non consensuale è dannoso.

A proposito, l’importazione di qualsiasi indirizzo e-mail richiede di promettere, a pena di divieto dell’account e di possibili attacchi legali, che tutti quelli che hai aggiunto hanno acconsentito ad avere il proprio indirizzo nell’elenco. Non c’è niente che ti impedisca di mentire su questo, ma se vuoi mantenere il tuo account, ti suggerisco di non farlo.

Una volta che i tuoi contatti sono stati importati, è il momento di ordinarli e gestirli mentre esegui le tue campagne e-mail. Ora, ci sono quattro aspetti principali nella gestione delle tue liste di posta elettronica:

  • Opzioni di elenco
  • Segmentazione
  • Elenca l’igiene
  • Liste di soppressione/liste nere

Esaminiamo una rapida spiegazione di ciascuno e come Sendinblue lo gestisce:

Opzioni di elenco sono proprio questo: le tue opzioni per ordinare/elencare gli indirizzi email che hai raccolto. Di solito, puoi ordinarli rapidamente e facilmente per nome, indirizzo IP, data di abbonamento e altro. Bene, Sendinblue include specificamente qualsiasi informazione tu gli fornisca e solo qualsiasi informazione tu le fornisca. Se importi un gruppo di indirizzi senza l’indirizzo IP allegato per ciascuno, non sarai in grado di cercare per IP.

Nota: gli indirizzi IP non vengono raccolti automaticamente tramite i moduli. Dovresti trovare un modo manuale per farlo o chiedere a uno sviluppatore di modificare il modulo.

Fondamentalmente, deduce pochissime informazioni. È ottimo per la precisione, ma meno per comodità. Per impostazione predefinita, puoi ordinare i tuoi contatti solo in base alla data in cui sono stati aggiunti, all’indirizzo e-mail, al numero di SMS, alla data dell’ultima modifica del contatto e al nome/cognome. E se carichi solo indirizzi email grezzi come ho fatto io? Hai solo l’indirizzo email e la colonna “Data aggiunta” con cui lavorare.

Segmentazione è la pratica di ordinare i contatti in base a criteri più avanzati. Quindi, diciamo solo che hai una campagna e-mail che pubblicizza una scuola veterinaria. Aiutare i cuccioli bisognosi, cosa non amare? Invii un sacco di e-mail e le tue analisi dicono che la campagna sta andando bene. Grande! Ma chi segui con più email?

È qui che entra in gioco la segmentazione: è una funzione che ti consente di ordinare i contatti in base a come hanno interagito (o meno) con le e-mail che hai inviato e anche altri criteri. Quindi, potresti impostare un filtro (AKA un segmento) per i contatti che hanno aperto le tue e-mail e seguirli.

Oppure potresti impostare un filtro per quei contatti che hanno effettivamente aperto le tue e-mail e fatto clic sui collegamenti in esse contenuti. Puoi persino creare un filtro per i contatti con il nome “Gary”, se vuoi ottenere quello specifico.

Sendinblue gestisce la segmentazione attraverso il suo modulo di ricerca avanzata. Dopo aver eseguito una ricerca altamente specifica con molte regole (ad esempio “cerca contatti di nome Gary che hanno aperto le mie e-mail”), puoi salvare quei parametri di ricerca come filtro.

Contatto Sendinblue

È una sorta di soluzione di ricerca valida per tutti.

Una volta che hai filtrato i risultati della ricerca, puoi sempre selezionare i contatti in questione e creare un nuovo elenco da loro. L’elenco può aggiornarsi automaticamente in base ai criteri di ricerca, quindi assicurati di selezionare la casella “Elenco dinamico”. Quindi, avrai sempre un elenco aggiornato di Gary a cui piacciono le tue e-mail.

Elenca l’igienele funzionalità sono progettate per aiutarti a individuare gli utenti che hanno interagito con le tue e-mail e che potrebbero aver fatto clic sui collegamenti in esse contenuti e ordinarli dalle persone che semplicemente non sembrano interessate a ciò che hai da offrire. In Sendinblue, questa funzione è alimentata dalla stessa funzione di ricerca/filtro avanzata menzionata sopra.

Usa questa funzione per dare priorità ai tuoi sforzi sulle persone che rispondono bene alle tue e-mail, perché molte persone non lo faranno.

Liste di soppressione sono elenchi di contatti a cui non vuoi inviare email, almeno per un po’, o meno per la campagna in corso. Devi selezionare questi contatti manualmente o cercarli con filtri e segmentazione, ma puoi creare liste di soppressione (chiamate anche “liste di esclusione” su Sendinblue).

Per quanto riguarda la rimozione permanente o l’inserimento nella lista nera, puoi ovviamente far annullare l’iscrizione alle persone da sole, per cominciare. Quindi, puoi aggiungere singoli indirizzi e-mail da bloccare manualmente e persino caricare interi elenchi di contatti per evitare di inviare posta (ad esempio, un elenco di persone che hanno annullato l’iscrizione alle tue e-mail tramite il tuo servizio precedente).

Infine, puoi inserire nella blacklist un intero nome di dominio, se lo desideri. È utile se vuoi assicurarti che nessuna e-mail di marketing vada a nessuno sui tuoi server di posta. O, sai, qualsiasi proprietario di dominio che dice di non volere quelle email.

Pagine di destinazione

Sendinblue include un generatore di pagine di destinazione, che può essere ottimo per pubblicizzare servizi o prodotti specifici (e offerte una tantum), piuttosto che tutto ciò che fai o tutti i tuoi prodotti. Ora, rivelazione completa: questa è una funzionalità che non sono riuscito a testare correttamente perché è bloccata dietro il piano Premium piuttosto costoso. Detto questo, ecco cosa sono stato in grado di determinare:

I modelli sono come i modelli di posta elettronica in termini di minimalismo, sono ottimizzati per i dispositivi mobili e ce ne sono alcuni tra cui scegliere. Dagli esempi che sono stato in grado di trovare, sembrano buoni.

Leggi di più   AWeber Review 2022 - Una gemma nascosta per i commercianti di e-mail?

Pagine di destinazione di Sendinblue

Esempio calzante, questa immagine… per gentile concessione del sito web di Sendinblue.

Ovviamente puoi creare il tuo progetto da semi-gratta, se lo desideri, utilizzando layout e blocchi di contenuto predefiniti in un editor drag-and-drop. Puoi anche creare più di una pagina e concatenarle insieme per creare un’esperienza post-iscrizione o onboarding per l’utente. E sì, puoi utilizzare queste pagine di destinazione per convincere le persone a registrarsi alle tue e-mail.

Puoi anche collegare queste pagine di destinazione a un nome di dominio che hai già acquistato,il che significa che sembreranno parte del tuo sito web. Puoi creare da 5 a 20 landing page sul piano Premium (in totale ea seconda di quanto stai pagando) e più di 20 sul piano Enterprise.

Automazione

E ora veniamo alle funzionalità di automazione. Bene, ci sono molte cose interessanti che puoi fare con l’automazione che elimina lo stress dall’invio di e-mail e dal follow-up di centinaia o migliaia di persone. Diamo un’occhiata a un esempio:

Hai una scuola di veterinaria. Hai 500 persone iscritte alle tue foto settimanali di cuccioli, e va bene così. Ottieni una pista occasionale, ma niente di più. Ora, il tuo capo ti ha detto che la scuola concederà sconti per l’iscrizione in quattro momenti diversi durante l’anno. Ottimo affare, vero? Quindi devi solo inviare un avviso a tutti i tuoi…

No, grattalo, pessima idea. Se inizi a inviare loro più annunci che foto di cuccioli, i tuoi lettori saranno infastiditi. Se continuano a cancellare le tue email (o peggio, a contrassegnarle come spam), la reputazione della tua mailing list va direttamente nella lettiera.

Quindi crei un flusso di lavoro automatizzato. In questo flusso di lavoro, i tuoi 500 contatti nell’elenco delle foto dei cuccioli ricevono un avviso con il loro ultimo round di foto dei cuccioli. Dice: “Quest’anno avremo sconti sull’iscrizione. Iscriviti alla nostra newsletter sulle offerte per scoprire quando!” Questo avviso può andare sotto ogni gruppo di foto di cuccioli, belle e non minacciose, con un link per saperne di più.

Quel collegamento porta il lettore a una pagina di destinazione, che dice loro di più sulla mailing list delle offerte. Se si iscrivono, il loro indirizzo viene copiato nella mailing list delle offerte e invia loro automaticamente un’e-mail di conferma dicendo che sì, sono tutti pronti per vedere le tue ultime offerte quando sono pronte.

Automazione Sendinblue

E proprio così, hai un intero flusso di lavoro di marketing che puoi impostare e dimenticare.

Lo strumento di automazione è abbastanza semplice da usare. Basta assemblare la serie di eventi come vuoi che avvenga in un diagramma. Puoi utilizzare più punti di accesso per singoli flussi di lavoro (ad esempio, puoi fare in modo che le persone arrivino alla pagina di destinazione delle tue offerte tramite diversi elenchi di e-mail e la tua campagna SMS), al fine di indirizzare molti utenti attraverso lo stesso processo.

Questo sarà un vero divertimento per chiunque ami i diagrammi / la pianificazione dei processi.

Lo strumento di automazione viene fornito con tre modelli per iniziare, tra cui:

  • Messaggio di benvenuto– Questo fa proprio quello che dice. Quando un utente si iscrive alla tua mailing list, riceve automaticamente un messaggio di benvenuto che lo ringrazia per essersi iscritto.
  • Carrello abbandonato– Utile per convincere i potenziali clienti a tornare e finire ciò che hanno iniziato. O almeno guarda un po’ di più nel tuo negozio online.
  • Data di anniversario– Un lettore ha compiuto gli anni di recente? Usa questo flusso di lavoro per inviare un messaggio automatico per congratularti con loro. Forse semplicemente non inserire la loro età effettiva nel messaggio.

Puoi anche utilizzare questi flussi di lavoro per modificare gli attributi dei contatti. Ad esempio, puoi usarli per aggiornare l’e-mail, l’indirizzo fisico di un contatto o qualsiasi altra informazione che ti viene in mente. Puoi anche utilizzare questi flussi di lavoro per contrassegnare un utente come interessato a un particolare prodotto, ad esempio. È quindi possibile inviare più e-mail su quel prodotto specifico.

Caratteristiche aggiuntive

Troverai tutte le funzionalità aggiuntive (ovvero non principali) nella pagina App, e la maggior parte di queste app è gratuita per chiunque, anche con il piano gratuito altrimenti limitato. Le app includono alcune funzionalità che ritieni siano parti fondamentali dell’app, come le campagne SMS e le pagine di destinazione. Ma no, sono separati. (E ricorda, devi pagare un extra per l’app delle pagine di destinazione.)

Altre funzionalità extra includono la Posta in arrivo, che puoi utilizzare per leggere le risposte alle e-mail che invii. Quindi sì, puoi utilizzare Sendinblue come provider di posta elettronica aziendale, non solo come provider di email marketing. Poi ci sono app extra per annunci di Facebook, chat dal vivo (per andare sul tuo sito Web) e software di gestione delle relazioni con i clienti (CRM) per aiutarti a monitorare… beh… le tue relazioni con i clienti.

Tutto sommato, le caratteristiche di Sendinblue sono solide. Ha l’essenziale e sono facili da usare. Non c’è molto di cui lamentarsi, davvero.

Vedi l’elenco completo delle funzionalità

Consegnabilità

Le tue email andranno (probabilmente) dove dovrebbero

Le piattaforme di posta elettronica sono comprensibilmente diffidenti nei confronti dello spam e delle e-mail più dannose, quindi implementano una varietà di funzionalità progettate per impedire l’ingresso di spam. Se desideri inviare le tue e-mail di marketing, ci sono alcuni passaggi che devono essere eseguiti dal tuo servizio di e-mail marketing.

Ci sono test che promettono di dirti quale “tasso di consegna” puoi aspettarti da un servizio, e faranno cadere le percentuali (ad es. “Il fornitore X ha un tasso di consegna del 43%) in giro come caramelle ad Halloween. Ebbene, sfortunatamente, ci sono troppi fattori in gioco perché queste misurazioni siano utili. Come, affatto.

Quello che facciamo invece è controllare alcune semplici funzionalità e best practice che contribuiscono tutte ad avere una piattaforma di posta elettronica affidabile. Più queste caselle vengono selezionate, più è probabile che la tua email non finisca nella cartella spam. Controlliamo cose come:

Autenticazione DKIM:L’autenticazione DKIM è un mezzo per proteggere la posta elettronica mentre è in transito tramite crittografia. Ciò significa che quando un utente riceve e-mail dal tuo dominio, lui (e il suo provider di posta elettronica) può fidarsi che l’e-mail provenga davvero da te.

Sendinblue ha l’autenticazione DKIM, oltre a una semplice guida su come configurarla. Non posso chiedere di più.

Una forte politica anti-spam: In poche parole, se la tua e-mail proviene dagli stessi server di persone che offrono prodotti di bassa qualità, truffe o malware, le tue e-mail hanno un aspetto negativo. Ecco perché Sendinblue utilizza la verifica manuale (come umana) di tutti i nuovi clienti e dei loro account prima che possano inviare qualsiasi e-mail.

Ecco perché non ho potuto essere verificato. Anche dopo aver risposto a un questionario, fornito l’URL del mio sito Web e generalmente offerto buone ragioni per cui dovrei essere autorizzato a inviare almeno alcune e-mail di prova, non ho ricevuto nulla. È impressionante, anche se scomodo per me.

Il rovescio della medaglia: ho preso un elenco di indirizzi di posta indesiderata/spam noti e li ho aggiunti al mio elenco di contatti. Molte piattaforme di email marketing hanno filtri per impedire il caricamento di questi indirizzi email errati, ma Sendinblue non ha nemmeno lanciato un avvertimento. Questo è… tutt’altro che ideale, anche se non è un rompicapo in quanto tale.

Politiche di marketing di affiliazione: Alcune piattaforme non funzionano bene con i programmi di marketing di affiliazione e arriveranno al punto di sopprimere le campagne e-mail delle persone che vi si uniscono. Sendinblue dovrebbe funzionare bene con il marketing di affiliazione.

Indirizzi IP dedicati/privati: Avere un indirizzo IP dedicato per i tuoi server di posta elettronica può aiutare a creare fiducia agli occhi delle grandi aziende tecnologiche. Vedi, indirizzi IP specifici perdono “fiducia” quando gli spammer li usano e se le tue e-mail provengono dallo stesso IP utilizzato da uno spammer, le tue e-mail potrebbero non essere trasmesse. È meglio avere il tuo.

Leggi di più   ConvertKit: la nostra opinione 2022- Ti diciamo (davvero) TUTTO

Gli indirizzi IP dedicati devono essere acquistati separatamente su Sendinblue, ma sono disponibili quando vuoi.

Nel complesso, direi che Sendinblue si è affermato come un giocatore ragionevolmente affidabile nel spazio di e-mail marketing. C’è spazio per miglioramenti (soprattutto con i filtri degli indirizzi e-mail), ma credo che ci sia poco di cui preoccuparsi.

Vedi tutte le funzionalità di consegna

Analisi e reportistica

Le statistiche sono più che utili

Le statistiche sono così importanti nel marketing. Le statistiche ti dicono quali contenuti funzionano e quali no. Ti dice quali design piacciono di più alle persone e a quali non rispondono bene. I numeri incorniciano la storia del tuo marketing e chi sta comprando le tue cose.

I numeri non possono darti il ​​quadro completo, intendiamoci. Hai ancora bisogno che le persone li interpretino correttamente, ma sono essenziali.

Quindi sì, Sendinblue ha una semplice dashboard di analisi integrata che può darti un’immagine a colpo d’occhio di cosa sta succedendo. Può dirti quante email hai inviato, quante persone le hanno aperte o fatto clic sui collegamenti in esse contenuti. Ti dirà anche quante persone hanno annullato l’iscrizione o si sono impegnate rispondendoti.

Non è molto, ma pagando per il piano Premium in alto si accede ad analisi più dettagliate.

Analisi e rapporti di Sendinblue

Sendinblue ti fornisce informazioni sufficienti per iniziare.

Quei rapporti più dettagliati per le singole campagne sono dove si trova la vera miniera d’oro. Puoi ottenere sequenze temporali e tendenze per e-mail aperte, clic, conversioni, time-to-click e altro ancora. Puoi vedere le statistiche ordinate in base agli elenchi in cui si trovano i tuoi contatti e puoi persino vedere quali collegamenti nella tua e-mail sono stati cliccati di più.

I rapporti dettagliati sono assolutamente fantastici.

E, soprattutto, puoi vedere quali contatti hanno aperto le tue e-mail e hanno fatto clic su quali collegamenti. Da lì, puoi ordinarli come preferisci… a seconda delle informazioni che hai su ciascun contatto.

Tuttavia, se desideri statistiche più avanzate gratuitamente, puoi integrare Google Analytics con le tue campagne e-mail. Ok, non a tutti piace Google Analytics al giorno d’oggi, ma l’opzione è lì.

Vedi tutte le funzionalità di analisi

Supporto

Il supporto di Sendinblue è dignitoso, anche con il piano gratuito

Quindi, ci sono due modi per contattare l’assistenza. Puoi utilizzare uno dei due moduli di contatto (situati nella pagina Contatti e in un popup nel Centro assistenza) per inviare un’e-mail al team. Se hai sborsato un sacco di soldi per il piano Premium, puoi anche chiamare il team di supporto telefonico.

Me? Mi sono attenuto all’e-mail per motivi di budget. È disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e ho ricevuto tutte le risposte entro circa 5 ore. Tieni presente, tuttavia, che ho inviato le mie domande a tarda notte, ora di Città del Messico, quindi è perfettamente accettabile finché non si verifica un’emergenza.

Innanzitutto, ho inviato un’e-mail tramite il modulo popup e ho chiesto se fosse possibile inserire nella blacklist un intero dominio. Come accennato in precedenza, è del tutto possibile.

L’email designer di Sendinblue non crede nelle righe di testo larghe.

Quindi, ho inviato un’altra e-mail tramite la pagina dei contatti chiedendo informazioni sui piani di pagamento. Volevo sapere se “10.000 email” era il numero di email che potevo inviare in una volta o in un mese intero? Sì, i numeri elencati in ogni piano si riferiscono al mese.

Una risposta semplice e concisa. Lo adoro.

Infine, ho chiesto se esisteva il supporto per la lingua RTL. Come accennato in precedenza, c’è. Sìì!

Non c’erano informazioni al riguardo nel Centro assistenza che sono riuscito a trovare.

Prezzo

Sendinblue non è il più economico, ma va bene

Il piano gratuito non è niente su cui starnutire se hai relativamente pochi clienti. Voipuò inviare 300 email al giorno, con un piccolo logo Sendinblue in basso e poche altre limitazioni. Sia chiaro, il piano Free è pensato per valutare il servizio, ma è una valutazione sostanziale. È più di quanto ti darà la maggior parte dei piani gratuiti.

Con il piano Lite puoi inviare da 10.000 a 100.000 email al mese, a seconda di quanto paghi. Sì, i prezzi per piano sono variabili a seconda di quante email vuoi inviare. Questo piano — che inizia a $ 25,00 USD al mese: rimuove il limite di invio giornaliero e puoi pagare un po’ di più per rimuovere il logo e ottenere test A/B e statistiche più avanzate.

Il piano Premium ti costerà un po’ di più, ma ti dà accesso a landing page, automazione e più account utente in modo da poter avere un team che gestisce il tuo email marketing. E se puoi permetterti più persone di marketing, probabilmente puoi permetterti il ​​piano Premium.

Se hai tempo, abbiamo fornito un’analisi approfondita dei piani tariffari di Sendinblue e gentilmente consigliato quale riteniamo valga la pena iscriversi.

Tutto sommato, i prezzi non sono terribili, anche se otterresti un miglior rapporto qualità-prezzo Ottieni una risposta.

Inoltre, non è prevista alcuna garanzia di rimborso, tranne in caso di errore tecnico. Usa quella prova gratuita e assicurati che Sendinblue ti piaccia prima di impegnarti. Se decidi di impegnarti, puoi pagare tramite le principali carte di credito e PayPal.

Confronto

In che modo Sendinblue è all’altezza della concorrenza?

Recensioni degli utenti

anonimo

Romania

25 novembre 2020

Delusione

Ho pagato 10.000 email e 500 sono state inviate nella prima campagna. 0 inviato alla seconda campagna. Nella terza campagna 1 inviato. Non vale i soldi, molto debole Non consiglio Sendinblue, se hai un problema, ricevi risposte evasive. Molto insoddisfatto

anonimo

03 dicembre 2020

… la tua lista è stata accettata? Non riesco a vedere un motivo per cui la tua campagna verrebbe interrotta a meno che il tasso di annullamento dell’iscrizione non fosse troppo alto.

Dulé

03 dicembre 2020

Grazie per il tuo feedback. Mi chiamo Dulé e lavoro in Sendinblue. Ci piacerebbe metterci in contatto con te per seguire meglio il tuo caso. In base al tuo feedback, so che hai già avuto un’esperienza frustrante, per la quale mi scuso sinceramente. …se sei pronto, puoi scrivere un’e-mail a support@sendinblue.com

Lilli

Francia

22 aprile 2020

Il miglior servizio di email marketing che ho usato finora

Il servizio Sendinblue è straordinario e fornisce tutto ciò di cui abbiamo bisogno per creare campagne email reattive. Gli strumenti analitici e di reporting sono eccezionali e questo ci aiuterà a fornire un servizio migliore ai nostri clienti e ad aumentare il fatturato per la nostra azienda.

Cliente insoddisfatto

Stati Uniti d’America

10 luglio 2019

Registrato per il piano gratuito

Ho fatto molte ricerche prima di spostare la mia mailing list. Invio un’e-mail al mese: sono 12 e-mail in un anno, quindi il basso costo è la mia priorità. Sendinblue ha fatto un ottimo lavoro raggiungendo la configurazione per assicurarsi che andassi avanti, ma immagina la mia sorpresa quando ho scoperto che posso inviare solo 300 e-mail in un giorno! Ciò significa che mi ci vorrà un’intera settimana (300 al giorno) per inviare un’e-mail mensile alla mia lista di 1600. Che seccatura!

Di Redazione: Vincenzo Danna

Sviluppatore informatico freelance e web writer SEO, Vincenzo Dani produce regolarmente contenuti per il blog e il forum www.abruzzoscuoladigitale.it. La qualità del suo lavoro e l'unicità del suo background ci hanno spinto a presentarlo a voi.

>